poetry

Il treno

Aspettiamo…

La vita è un treno in ritardo.

Ci ammassiamo

nelle nostre solitudini

ai margini delle rotaie,

poggiamo il culo sui bagagli,

tiriamo una boccata di fumo dopo l’ altra.

E il fumo vola via

e noi restiamo

immobili

e spensierati.

Non esiste né santo né criminale,

sono soltanto parole.

Non esiste niente

all’ infuori di questa attesa.

Ci scivola tutto sulla pelle

come il vento

e noi porgiamo le mani all’ uccello infuocato

della speranza.

Preghiamo….

Cantiamo….

Creiamo….

Sperando che arrivi qualcuno.

Forse un giorno qualcuno verrà ascoltato.

Gloria ? Potere ?

Aspettiamo….

Al cospetto della storia

siamo come dei bimbi in fasce…

millenni su millenni ci precedono,

precedono i nostri istanti.

Il treno arriva in un attimo,

aveva tardato di pochi minuti.

Il suo fischio

mi gela il sangue…

mi gela le interiora…

sono pietrificato.

Ho paura.

E’ l’ ignoto che giunge

ad abbracciarmi, a portarmi con sé.

Non sono stato che un istante,

una brezza, un fiato,

un sussurro,

è l’ inizio del viaggio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...