poetry

Dublino

Luci e ombre
Diagnosticare sensazioni;
Dublino è l’eterno alternarsi -nuvole e sole, morire o no.
Un uomo siede lercio in strada – chiede il mondo e un culo, su cui poggiare la testa.
Solo i gabbiani se ne fottono – dell’incertezza.
A una figa bionda una vecchia sbraita “Let me sit there” – la vita è per lei un autobus in ritardo.
Un pazzo ci osserva con un binocolo, è l’agonia dell’attesa.
Dublino aspetta, indecisa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...