poetry

Manchester

Fabbriche…

Il grigio è ovunque.

Un vecchio pervertito si masturba

da un ponte in fiamme

sciogliendo il sorriso

di un bimbo.

 

Sbronza.

Il corpo va per i fatti suoi

si muove da solo,

l’ anima cola con il vomito

come vomito

a pezzi

un singulto dopo l’ altro.

Un mucchietto d’ ossa

rimane

a reggermi in piedi

ballando.

 

Un travone mi tasta le palle

ridendo

della mia vergogna.

Un rivolo pastoso di trucco

gli cola sulle gote incipriate.

Due froci si lustrano gli occhi

guardando i ragazzini dal dolce culetto saffico

lucido per la vaselina.

Tra illusioni e chimere di birra

sognano di fenderli come una panetta di burro.

 

Al capo opposto della città

pantaloni sporchi di gesso e calce

si accavallano tra le basse case in mattoni rossi.

I Joy Division salutano

depressioni e solitudini che incombono dal’ alto del cielo

come un nuovo Dio…

lo invocano…

un’ orgia di corpi nudi d’ un tratto si interrompe

e tutti alzano lo sguardo verso la luce…

la loro depravazione è allo scoperto…

uno dopo l’ altro si inginocchiano e iniziano a pregare…

“Closer” è la Bibbia dei poveri.

 

Due uomini

l’ asfalto

un occhio pesto e rivoli di sangue.

Botte

rissa

sconforto

sfogo.

Si insultano e sbraitano

alzano i pugni: un montante, una schivata,

si rotolano per terra abbracciati l’ un l’ altro

senza motivo,

perché non c’ è niente di bello da fare.

 

Tra isolamenti clinici

un giovane sniffa eroina dal cantuccio scuro

da cui scruta questo cosmo vuoto

e fatiscente.

Lui, insieme a Manchester,

cade a pezzi

la carne si lacera in mille brandelli

e viene raccolta da un negro

sottopagato.

Il Backfast  e la strada

lo condurranno all’ alba

oltre le campagne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...