poetry

Dioniso che danza soffrendo

Figliolo, figliolo caro,

svegliati.

Non c’ è più tempo per i piagnistei,

per la malinconia, per il sonno

l’ inerzia ha ormai avuto il suo tempo.

Guardati

così statico…ozioso… tremante…

sei un uomo anche tu

e hai una vita.

Prendere una scelta

significherà

non sprecarla.

Camminare, camminare sempre dritto

verso l’ orizzonte

oltre le linee dello spazio

oltre i giorni passati

significherà

non sprecarla.

E’ il Tempo quello che hai

per fare qualcosa…

nient’ altro.

Non puoi restare fermo…

se sbagli… ben venga !

sei un uomo anche tu !

sei Dioniso che danza soffrendo !

muoviti ! muoviti !

alza quel culo flaccido !

guardati in faccia !

sprofonda nell’ abisso di uno specchio…

vedrai un uomo che guarda

un uomo

vedrai Dioniso che danza

soffrendo.

Non li vedi gli altri uomini ?

Si muovono, si muovono,

creano un turbine, si avviluppano l’ un l’ altro,

fanno un gran mucchio di carne,

si intersecano in posizioni orrende,

si stuprano !

piangono ! Dio, quanto piangono !

esultano di gioia !

Si muovono o muoiono

di vergogna.

Vuoi restartene lì, dentro te stesso ?

Non vedi

alle tue spalle

il nulla ?

E’ tutto buio nel tuo cantuccio…

si stringono le pareti…

si rimpicciolisce tutto…

inaridisce… sta per seccarsi…

fa schifo, puzza !

La tua cella  angusta sta per schiacciarti…

ti uccide.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...